Dispositivi speciali

Inizio  Indietro  Avanti

Questo programma consente la parametrizzazione per accedere a dispositivi "speciali" collegati al posto di lavoro, come - ad esempio - misuratori fiscali, bilance o dispositivi hand-held per la raccolta dati.

 

Secondo la classe del dispositivo il programma si presenta con voci separate nel menù della procedura.

 

Registratori di cassa, misuratori e stampanti fiscali
Bilance
Terminali portatili
Stampanti speciali

 

 


REGISTRATORI DI CASSA

 

Questa funzione può essere impiegata per configurare l'accesso ad un registratore di cassa eventualmente collegato al posto di lavoro.

 

Una volta immesso il codice del proprio posto di lavoro (che viene proposto automaticamente all'avvio), è possibile immettere nella casella "Porta di comunicazione" le informazioni necessarie per stabilire la connessione al registratore di cassa, e nella casella "Programma" il nome della routine che dovrà gestire il colloquio con il dispositivo.

 

Il tipo di informazioni da immettere nella casella "Porta di comunicazione" sono interpretate direttamente dal programma in questione, e perciò non hanno un formato fisso. Nella maggior parte dei casi, comunque, la comunicazione avviene tramite la porta seriale, e quindi le informazioni assumono questo formato:

 

PORTA: velocità,parità,dimensione_carattere,bits_di_stop,flusso

 

Dove:

PORTA:è un nome identificativo della porta seriale nel sistema, ad esempio "COM1:" o "COM2:",
velocitàè la velocità della linea seriale in bits al secondo (o baud), ad esempio 9600

dimensione_carattere

 è il numero di bits che compongono l'unità elementare del dato trasmesso, tipicamente 8 o 7

bits_di_stopè il numero di bits inviati come segnale di fine dato, tipicamente 1 o 2
flusso(opzionale) può assumere il valore x per utilizzare il controllo di flusso software (XON/XOFF) durante la comunicazione, oppure p per il controllo di flusso "Hardware" (RTS/CTS/DTR/DSR).

 

Valori tipici per la casella possono quindi essere "COM1: 9600,N,8,1,x" oppure "COM2:19200,N,7,1".

 

Sono inoltre disponibili 8 caselle dove è possibile immettere alcuni parametri per configurare ulteriormente la comunicazione. Il significato è esclusivo per ogni programma.

 

Attualmente il software supporta i seguenti modelli di registratore di cassa:

 

Marca e Modello

Programma da utilizzare

Anker Distribution Systems, Progress

ECRADS01

Olivetti, Logic

ECROLI01

Olivetti, Nettuna 200

ECROLI01

ItalRetail, Ital Printer

ECRITR01

ItalRetail, Ital Start / Ital Mech / Ital Tech / Ital Touch

ECRITR01

 

Il pulsante [ Prova ] consente di verificare la correttezza dei parametri immessi (a patto che si stia gestendo la connessione sul proprio posto di lavoro): il programma tenterà una connessione "informativa" al registratore di cassa collegato e ne riporterà il risultato.

 

In alcuni casi, se possibile, verranno visualizzate alcune informazioni prelevate dal registratore stesso.

 

NOTA: La gestione di registratori di cassa è prevista solo dalle procedure di vendite e magazzino SISCOXS®.

 


BILANCE

 

Questa funzione può essere impiegata per configurare l'accesso ad una bilancia elettronica eventualmente collegata al posto di lavoro.

 

Una volta immesso il codice del proprio posto di lavoro (che viene proposto automaticamente all'avvio), è possibile immettere nella casella "Porta di comunicazione" le informazioni necessarie per stabilire la connessione alla bilancia, e nella casella "Programma" il nome della routine che dovrà gestire il colloquio con il dispositivo.

 

Il tipo di informazioni da immettere nella casella "Porta di comunicazione" sono interpretate direttamente dal programma in questione, e perciò non hanno un formato fisso. Nella maggior parte dei casi, comunque, la comunicazione avviene tramite la porta seriale, e quindi le informazioni assumono questo formato:

 

PORTA: velocità,parità,dimensione_carattere,bits_di_stop,flusso

 

Dove:

PORTA:è un nome identificativo della porta seriale nel sistema, ad esempio "COM1:" o "COM2:",
velocitàè la velocità della linea seriale in bits al secondo (o baud), ad esempio 9600

dimensione_carattere

 è il numero di bits che compongono l'unità elementare del dato trasmesso, tipicamente 8 o 7

bits_di_stopè il numero di bits inviati come segnale di fine dato, tipicamente 1 o 2
flusso(opzionale) può assumere il valore x per utilizzare il controllo di flusso software (XON/XOFF) durante la comunicazione, oppure p per il controllo di flusso "Hardware" (RTS/CTS/DTR/DSR).

 

Valori tipici per la casella possono quindi essere "COM1: 9600,N,8,1,x" oppure "COM2:19200,N,7,1".

 

Sono inoltre disponibili 8 caselle dove è possibile immettere alcuni parametri per configurare ulteriormente la comunicazione. Il significato è esclusivo per ogni programma.

 

Attualmente il software supporta i seguenti modelli di bilancia:

 

Marca e Modello

Programma da utilizzare

Mettler-Toledo, ?

BILTOL01

 

NOTA: La gestione di bilance elettroniche è prevista solo dalle procedure di vendite e magazzino SISCOXS®.

 


TERMINALI PORTATILI

 

Questa funzione può essere impiegata per configurare l'accesso ad terminale portatile di acquisizione dati eventualmente collegata al posto di lavoro.

 

Una volta immesso il codice del proprio posto di lavoro (che viene proposto automaticamente all'avvio), è possibile immettere nella casella "Porta di comunicazione" le informazioni necessarie per stabilire la connessione al terminale portatile, e nella casella "Programma" il nome della routine che dovrà gestire il colloquio con il dispositivo.

 

Il tipo di informazioni da immettere nella casella "Porta di comunicazione" sono interpretate direttamente dal programma in questione, e perciò non hanno un formato fisso. Nella maggior parte dei casi, comunque, la comunicazione avviene tramite la porta seriale, e quindi le informazioni assumono questo formato:

 

PORTA: velocità,parità,dimensione_carattere,bits_di_stop,flusso

 

Dove:

PORTA:è un nome identificativo della porta seriale nel sistema, ad esempio "COM1:" o "COM2:",
velocitàè la velocità della linea seriale in bits al secondo (o baud), ad esempio 9600

dimensione_carattere

 è il numero di bits che compongono l'unità elementare del dato trasmesso, tipicamente 8 o 7

bits_di_stopè il numero di bits inviati come segnale di fine dato, tipicamente 1 o 2
flusso(opzionale) può assumere il valore x per utilizzare il controllo di flusso software (XON/XOFF) durante la comunicazione, oppure p per il controllo di flusso "Hardware" (RTS/CTS/DTR/DSR).

 

Valori tipici per la casella possono quindi essere "COM1: 9600,N,8,1,x" oppure "COM2:19200,N,7,1".

 

Sono inoltre disponibili 8 caselle dove è possibile immettere alcuni parametri per configurare ulteriormente la comunicazione. Il significato è esclusivo per ogni programma.

 

Attualmente il software supporta i seguenti modelli di terminale:

 

Marca e Modello

Programma da utilizzare

General Code, PDT 600 (non più in produzione)

SCAPDT01

General Code, PDT 630 / HT 630

SCAPDT01

General Code, PDT 630 / HT 630 con software personalizzato Multidata s.r.l.

SCAPDT01

Bancolini Symbol, Uniterminal B30 / B31

SCAB3101

 

NOTA: La gestione di terminali portatili è prevista solo dalle procedure di vendite e magazzino SISCOXS®.

 


STAMPANTI SPECIALI

 

Questa funzione può essere impiegata per configurare l'accesso ad una stampante speciale eventualmente collegata al posto di lavoro.

 

Queste impostazioni sono attualmente utilizzate per la stampa di etichette adesive con codice a barre con stampanti dedicate.

 

Una volta immesso il codice del proprio posto di lavoro (che viene proposto automaticamente all'avvio), è possibile immettere nella casella "Porta di comunicazione" le informazioni necessarie per stabilire la connessione alla stampante, e nella casella "Programma" il nome della routine che dovrà gestire il colloquio con il dispositivo.

 

Il tipo di informazioni da immettere nella casella "Porta di comunicazione" sono interpretate direttamente dal programma in questione, e perciò non hanno un formato fisso. I casi più comuni sono:

 

Comunicazione tramite gestione stampanti di sistema

 

(Solo per modelli che prevedono questa possibilità) In questo caso sio deve indicare il nome della "coda di stampa" prefissata da "-Q ", ed assicurarsi di aver installato correttamente la stampante nel posto di lavoro.

 

Comunicazione tramite porta parallela diretta

 

In questo caso è sufficiente indicare il nome della porta, ad esempio "LPT1:"

 

Comunicazione tramite porta seriale

 

In questo caso le informazioni assumono questo formato:

 

PORTA: velocità,parità,dimensione_carattere,bits_di_stop,flusso

 

Dove:

PORTA:è un nome identificativo della porta seriale nel sistema, ad esempio "COM1:" o "COM2:",
velocitàè la velocità della linea seriale in bits al secondo (o baud), ad esempio 9600

dimensione_carattere

 è il numero di bits che compongono l'unità elementare del dato trasmesso, tipicamente 8 o 7

bits_di_stopè il numero di bits inviati come segnale di fine dato, tipicamente 1 o 2
flusso(opzionale) può assumere il valore x per utilizzare il controllo di flusso software (XON/XOFF) durante la comunicazione, oppure p per il controllo di flusso "Hardware" (RTS/CTS/DTR/DSR).

 

Valori tipici per la casella possono quindi essere "COM1: 9600,N,8,1,x" oppure "COM2:19200,N,7,1".

 

Sono inoltre disponibili 8 caselle dove è possibile immettere alcuni parametri per configurare ulteriormente la comunicazione. Il significato è esclusivo per ogni programma.

 

Attualmente il software supporta i seguenti modelli di stampante:

 

Marca e Modello

Programma da utilizzare

General Code Alfa-1100, Alfa-1200, Alfa-1300 (test eseguiti solo con modello Alfa-1300)

ET-A1300

Zebra TLP-2844, LP-2824

ET-Z2844

 

NOTA: La gestione di stampanti speciali è attualmente prevista solo dalle procedure di vendita SISCOXS®.

© 2005-2018 Multidata S.r.l., Cecina (LI)
Versione 9.0.0 - Ultimo aggiornamento: 22/06/2016
Riferimento: gtdispo