Contabilità

Inizio  Indietro  Avanti

Le schede Contabilità 1 e 2 contengono una serie di predisposizioni e personalizzazioni aziendali delle più importanti procedure della Gestione Contabile. Ogni procedura o gestione ha un proprio riquadro nel quale sono elencate le opzioni ed i parametri che ne influenzano il comportamento. Queste impostazioni sono diversificate per ogni anno o esercizio gestito.

 

Il riquadro Registrazioni Contabili contiene una serie di opzioni utilizzate dalle procedure di movimentazione contabile (interattiva o automatica da altre procedure) e da molte procedure gestionali.

Gestione Partite Clienti, abilita la creazione delle Partite Clienti per l'azienda selezionata. Se questa opzione non è barrata, non viene gestita la contabilità a Partite Aperte dei Clienti.

Gestione Partite Fornitori, idem come i Clienti.

Controllo Fatture Fornitori, abilita in gestione P/Nota (fatture di acquisto, ecc.) il controllo del numero di documento ricevuto dal fornitore. Se il numero indicato è già stato associato ad un altro documento, la procedura avverte con un messaggio di errore.

Clienti/Fornitori in Valuta, permette di gestire le operazioni di P/Nota  nei confronti di Clienti o Fornitori con l'indicazione della valuta estera. Devono altresì essere abilitate, sia il soggetto Cliente o Fornitore (Residente NO o CEE), sia la causale contabile utilizzata (barrare Operazioni in Valuta).

Controllo Saldi, abilita il controllo dei saldi dei conti movimentati durante le registrazioni di P/Nota. I conti da controllare devono avere abilitato il campo Controllo del Saldo ....(impostate sul Partitario o sul Sintetico o sul Mastro); se il saldo contabile, dell'esercizio movimentato, non è in linea con le impostazioni viene rilevato un messaggio di errore.

Gestisci Fatture da Ricevere, permette, in fase di registrazione di fatture di Acquisto di competenza dell'esercizio precedente, di registrarvi automaticamente la rilevazione in "Fatture da Ricevere". Questo automatismo scatta quando il conto utilizzato corrisponde al conto 37 (Fatture da ricevere) della tabella dei Conti riservati sul modello di Piano dei Conti utilizzato.

Gestisci Fatture da Emettere, analogo al precedente per le Fatture da Emettere. Utilizza il conto alla posizione 38.

Visualizza Scadenze, abilita la gestione interattiva durante la registrazione di operazioni di P/Nota (Fatture) delle scadenze calcolate in base alle condizioni di pagamento selezionate. Se questa opzione non è attiva le scadenze vengono calcolate automaticamente nel caso in cui l'azienda gestisca le partite clienti/fornitori.

Commesse, abilita la gestione delle Commesse o Cantieri per l'azienda selezionata. Vedi "Commesse e Cantieri" sul Pannello di Controllo Principale. Dovranno essere abilitate anche le causali contabili interessate (parametro 12 = S) e predisposti, nel modello di Piano dei Conti utilizzato, i conti interessati dalla gestione Commesse (Ripartizione Importi).

Attività, abilita la gestione della Contabilità per Attività per l'azienda selezionata. Vedi "Altre Gestioni Collegate - Contabilità per Attività". Dovranno essere abilitate anche le causali contabili interessate (parametro 12 = I) e predisposti, nel modello di Piano dei Conti utilizzato, i conti interessati dalla gestione Attività (Ripartizione Importi).

Storico Contabilità e Storico Magazzino, campi in dismissione.

Filtra Conti Utilizzati, permette di filtrare le ricerche sui Conti del Piano dei Conti e sui Clienti e Fornitori, estraendo solamente quei conti che sono stati inseriti recentemente o sono stati movimentati nell'esercizio corrente o in quello precedente. Questo filtro è possibile disattivarlo internamente alla ricerca utilizzando l'apposita icona sulla barra degli strumenti.

Gestione Effetti, per abilitare l'azienda alla generazione degli effetti nelle procedure che ne prevedono l'emissione. Gli effetti sono generati da Causali contabili di tipo 22 (Emissione Effetti) nel caso di utilizzo di Condizioni di Pagamento con Tipo pagamento 1 (Tratta), 2 (Ricevuta Bancaria) o 5 (Cessioni).

Gestione Bonifici, per abilitare l'azienda alla generazione dei bonifici bancari fornitori. I bonifici sono generati da registrazioni contabili con Causali che prevedono tale emissione (parametro n° 13) oppure attraverso i programmi di emissione bonifici.

Gestione R.I.D., per abilitare l'azienda alla generazione dei R.I.D. questi sono generati da registrazioni contabili con causali che prevedono tale emissione (parametro n° 13) oppure attraverso gli appositi programmi dedicati all'emissione dei R.I.D.

Assegnazione contropartite Multiple, determina la composizione della contropartita assegnata ad ogni rigo dell'operazione contabile; se viene indicato "Diversi", viene assegnata la contropartita generica "Diversi" a tutti i righi di operazioni con più di 2 conti, mentre se viene indicato "Primo Conto" viene assegnata come contropartita il conto del primo rigo con segno alternativo (Dare <> Avere) ad ogni rigo dell'operazione.

Controllo Data di Registrazione, permette di abilitare i controlli sulla validità della data di registrazione selezionata, nelle registrazioni da P/Nota; selezionando SI viene controllato che non sia superiore alla data di sistema; selezionando "Uguale Anno di Competenza" viene controllato che l'anno della data di registrazione sia uguale all'anno dell'esercizio selezionato.

Chiusura Acconti Clienti, permette di definire la modalità con la quale, nelle registrazioni di P/Nota, vengono chiusi gli eventuali acconti che sono stati registrati sui Clienti. Se si indica "No" non viene predisposta nessuna scheda per la chiusura degli Acconti; se si indica "Manuale", viene predisposta una scheda contente tutti gli acconti ancora aperti e viene data la possibilità di chiuderli contestualmente alla registrazione del documento (Fattura); se si indica "Automatica" non viene predisposta nessuna scheda di chiusura e gli acconti vengono chiusi automaticamente dal più vecchio in poi, fino all'eventuale importo del documento.

Chiusura Acconti Fornitori, il funzionamento è analogo al campo precedente.

Chiusura Partite Clienti, permette di definire la modalità con la quale, nelle registrazioni di P/Nota, vengono chiuse le partite aperte a fronte di registrazioni di Incasso. Se si indica "Per Totale" la scheda di evasione viene predisposta utilizzando i residui delle partite aperte (una partita, una riga da evadere); se si indica "Per Scadenza", la scheda di evasione viene predisposta utilizzando le scadenze ancora aperte (una scadenza, una riga da evadere).

Chiusura Partite Fornitori, il funzionamento è analogo al campo precedente, facendo riferimento ai Fornitori e quindi ai relativi pagamenti.

 

Il riquadro Registri IVA contiene una serie di opzioni utilizzate dalla stampa dei Registri IVA e dalle liquidazioni periodiche.

Intestazione Azienda, permette di riportare nelle stampe dei registri IVA l'intestazione dell'azienda selezionata. Togliendo la selezione può essere utilizzato per stampare su moduli che hanno già l'intestazione azienda pre-compilata.

Numero operazione su Corrispettivi, permette di inserire o omettere la stampa del numero di operazione nel registro dei corrispettivi.

Numerare le pagine, permette di inserire nell'intestazione di ogni pagina un contatore aggiornato nei dati aziendali.

Settore unico, permette di informare la stampa dei registri IVA che è gestito solamente un settore per ogni tipo di operazioni (Acquisti, Vendite, Corrispettivi) e che quindi non sono necessari i riepiloghi per settore.

Indirizzo completo, permette di espandere la stampa dell'anagrafica dei Clienti e Fornitori, inserendo la stampa completa dell'indirizzo di residenza di ogni soggetto. È obbligatorio nella tenuta dei registri IVA per i Professionisti.

Riepiloghi per Aliquote, permette di includere nella stampa dei registri IVA, una sezione apposita contenente un riepilogo dei codici e aliquote IVA movimentate nel periodo.

Riepiloghi per Settore, permette di includere nella stampa dei registri IVA, una sezione apposita contenente un riepilogo dei settori movimentati nel periodo.

Riepiloghi per Categorie, permette di includere nella stampa dei registri IVA, una sezione apposita contenente un riepilogo per ogni categoria movimentata nel periodo (Acquisti, Vendite, Corrispettivi).

Progressivi per Categorie, permette di includere nella stampa dei registri IVA, una sezione apposita contenente i dati progressivi, dal primo periodo dell'anno selezionato al periodo corrente, per ogni categoria movimentata nell'anno (Acquisti, Vendite, Corrispettivi).

Tabella Credito/Debito, permette di includere nella stampa il prospetto della Liquidazione periodica IVA (del Mese, del Trimestre o dell'Anno) contenente le indicazioni sull'eventuale Debito (da Versare) o Credito (da riportare al periodo successivo).

Riepilogo Plafond, per le aziende che lo gestiscono, permette di includere nella stampa dei registri IVA, una sezione apposita contenente un riepilogo del Plafond, con la situazione del disponibile, dell'utilizzato e del residuo.

Stampa numero operazione, permette di riportare nella stampa ufficiale dei registri IVA, il numero di operazione associato ad ogni registrazione di fattura o corrispettivo. Per controllo, nelle stampe di prova viene sempre indicato. Indicando Riordinato, viene riportato un numero di operazione che non è il numero effettivo di registrazione, ma un numero progressivo calcolato ed aggiornato durante la stampa del Libro Giornale.

Registro Corrispettivi, indica se deve essere stampato in modalità ufficiale il registro dei Corrispettivi contenente il dettaglio dei corrispettivi registrati nel periodo. Indicando NO si esclude completamente la tenuta del registro dei Corrispettivi aziendale. Indicando Solo Riepilogo, verrà riportato, nelle sezioni di riepilogo e nella Liquidazione, solo il totale dei Corrispettivi registrati; si utilizza questa opzione nel caso in cui l'azienda sia tenuta a compilare un registro dei Corrispettivi manuale (piccoli negozi al dettaglio, ecc.), con il dettaglio degli incassi giornalieri.

 

Alcune di queste opzioni possono essere modificate durante la stampa dei registri IVA.

 

Il riquadro Gestione Cespiti indica il metodo di tenuta del registro dei Beni Ammortizzabili dell'azienda.

NO indica che non è attiva la gestione cespiti e che quindi tutti gli adempimenti associati sono disabilitati.

Fiscali, indica che gli ammortamenti per gli adempimenti Fiscali e Civili si equivalgono e che quindi le due gestioni coincidono.

Civili, indica invece che vogliamo distinguere gli ammortamenti per la normativa Fiscale e quelli per la normativa Civile. In questo caso verrà instaurato un doppio binario di gestione dei Beni Ammortizzabili; le due situazioni avranno così uno sviluppo autonomo e separato.

Gruppo e Specie, sono due codici attribuiti al settore di attività dell'azienda selezionata che fanno riferimento alla Normativa Ministeriale dei Beni Ammortizzabili (Categorie Ministeriali).

 

Il riquadro Beni Usati stabilisce se l'azienda gestisce la normativa dei Beni Usati e se gestita, quale è il tipo prevalente.

Non gestito, indica che non è attiva la gestione dei Beni Usati e che quindi tutti gli adempimenti associati sono disabilitati.

Analitico, indica che l'azienda gestisce i Beni Usati ed il tipo prevalente è Analitico (si gestiscono gli acquisti e le vendite analiticamente per ogni Bene Usato).

Forfait, indica che l'azienda gestisce i Beni Usati ed il tipo prevalente è a Forfait (si versa un forfait in base alle vendite effettuate).

Globale, indica che l'azienda gestisce i Beni Usati ed il tipo prevalente è Globale (si calcola un globale degli acquisti e delle vendite del periodo).

 

Il riquadro Altri indicatori gestisce alcune funzionalità particolari.

Controlla Conti e Centri di Costo nei movimenti su commesse, permette, nei movimenti contabili abilitati, di limitare l'accettazione della ripartizione dei costi e ricavi su commesse a quei Conti e C/Costo che hanno un legame inserito nell'apposita tabella di collegamento prevista nelle tabelle della gestione Commesse.

 

Il riquadro Operazioni C.E.E. della cartella Contabilità (2) permette di definire alcune particolarità relative alle operazioni Intracomunitarie.

Nel riquadro Autofatture viene definito il numero di settore delle Vendite, che è destinato a contenere le autofatture generate dalle registrazioni di acquisti Intra CEE. Il settore indicato deve essere destinato a contenere solamente le autofatture CEE e non può contenere altri tipi di documenti.

Barrando la casella Numerazione legata si stabilisce che la numerazione delle autofatture corrisponde esattamente alla numerazione dei protocolli delle fatture di acquisto di riferimento. Altrimenti la numerazione delle autofatture seguirà la numerazione progressiva del settore nel quale sono registrate.

Viene richiesta la periodicità di presentazione degli elenchi delle Operazioni Intracomunitarie di Acquisto e di Vendita. Le possibiltà sono: Mensile, Trimestrale e Annuale in base al volume d'affari dell'azienda ed al valore degli scambi Intracomunitari effettuati.

Barrando la casella Valore Statistico su IntraStat indichiamo che l'azienda è soggetta a compilare questi campi aggiuntivi nei modelli di presentazione degli elenchi CEE. Questa particolarità è richiesta per alcuni tipi di aziende, in base al tipo di merci che vengono scambiate.

 

Il riquadro Invio telematico allegati permette di definire le modalità di invio in modalità telematica degli Elenchi Clienti e Fornitori. Queste informazioni sono annuali e possono cambiare tra un anno ed il successivo. La normativa attuale (2010) non prevede questo adempimento annuale.

La predisposizione degli elenchi avviene solamente per le aziende abilitate (Azienda soggetta ad invio allegati).

Possiamo selezionare la modalità di invio degli elenchi scegliendo tra le opzioni previste. Se indichiamo Non impostato potremo scegliere la modalità nella fase di estrazione dati.

Nel caso di scelta per Intermediario è richiesta la data di impegno all'invio telematico.

Dopo avere estratto i dati con la procedura di Invio Telematico Elenchi in modalità ufficiale viene registrata nel campo Preparazione Archivio la data dell'invio.

 

Il riquadro Ratei e Risconti permette di definire alcuni parametri nell'utilizzo delle funzionalità della omonima procedura.

Dobbiamo selezionare il tipo di anno con il quale verrano fatti i calcoli dei giorni di competenza dei Ratei e dei Risconti. Selezionando Anno Solare imposteremo i calcoli con i giorni veri di calendario dell'anno di competenza (365 o 366 se bisestile). Selezionando Anno Commerciale imposteremo i calcoli con 360 giorni fissi per tutti gli anni.

Barrando la casella Registra il Debito/Credito, abilitiamo l'azienda ad utilizzare la procedura di registrazione del Debito/Credito , prima della registrazione dei ratei e Risconti, per tutti i Costi e Ricavi Pluriennali inseriti negli archivi. Gestione riservata ad alcune particolari tipologie di aziende (Società di Leasing, Istituti Bancari, ecc.).

 

Nel riquadro Bilancio IV Direttiva CEEE si sceglie la valuta (dell'esercizio selezionato) tra Lire ed Euro. Naturalmente la valuta corrente è Euro, ma per storia passata sono gestiti anche gli esercizi nei quali la valuta di riferimento erano le Lire.

La scelta dello schema di Bilancio è una sigla di 4 caratteri che identifica il tipo di tabella da utilizzare per la compilazione del Bilancio CEE. Le tabelle distribuite negli archivi standard della procedura sono CEE1 per il Bilancio CEE completo e CEER per il Bilancio CEE Ridotto.

La casella Ufficiale barrata indica che è stato predisposto in modalità ufficiale il Bilancio CEE per l'esercizio selezionato.

 

Il riquadro Invio telematico corrispettivi permette di definire le modalità di invio in modalità telematica dei Corrispettivi registrati. La normativa attuale (2010) non prevede questo adempimento annuale.

L'invio Telematico dei Corrispettivi avviene solamente per le aziende abilitate (Azienda soggetta ad invio corrispettivi).

Possiamo selezionare la modalità di invio degli elenchi scegliendo tra le opzioni previste. Se indichiamo Non impostato potremo scegliere la modalità nella fase di estrazione dati.

Dopo avere estratto i dati con la procedura di Invio Telematico Corrispettivi in Franchigia in modalità ufficiale vengono aggiornati i campi Ultimo Mese e Ultima Data.

 

Il riquadro Libro Giornale contiene una serie di opzioni utilizzate dalla stampa del Giornale di Contabilità.

Stampa numero operazione, permette di riportare nella stampa ufficiale del Libro Giornale, il numero di operazione associato ad ogni registrazione contabile. Per controllo, nelle stampe di prova viene sempre indicato. Indicando Riordinato, viene riportato un numero di operazione che non è il numero effettivo di registrazione, ma un numero progressivo calcolato durante la stampa del Libro Giornale.

Intestazione Azienda, permette di riportare nelle stampe del Libro Giornale l'intestazione dell'azienda selezionata. Togliendo la selezione può essere utilizzato per stampare su moduli che hanno già l'intestazione azienda pre-compilata.

Stampa integrazione IVA o Giornale Art. 39 (Libro Giornale con integrazione dei dati della liquidazione IVA del periodo) permette di impostare l'azienda a questa particolare modalità di compilazione del Giornale, unendo in un unico adempimento le informazioni classiche del Giornale Contabile e quelle dei Registri IVA con la liquidazione periodica. Abilitarlo solo se l'azienda può avvalersi di questa particolarità.

Considerare i movimenti di Apertura e Chiusura, permette di includere o di escludere dalle totalizzazioni della stampa gli eventuali movimenti automatici di Chiusura Esercizio e di Riapertura. Questi movimenti sono presenti tra le operazioni registrate se, durante la procedura di Riporto Saldi d'Apertura (in modalità definitiva) viene scelta l'opzione di registrare i movimenti di Chiusura/Apertura in partita doppia.

 

Il riquadro Altre Autofatture permette di definire alcune particolarità relative alle operazioni, diverse dagli acquisti Intra CEE,  che prevedono la generazione di autofatture (Reverse-Charge, ecc.). Analogamente al settore per le Autofatture CEE, quello per le Altre Autofatture deve essere un settore (delle Vendite) destinato a contenere solo le autofatture generate da documenti con normative particolari che prevedono questa funzionalità e non può contenere altri tipi di documenti.

 

© 2005-2018 Multidata S.r.l., Cecina (LI)
Versione 9.0.0 - Ultimo aggiornamento: 10/05/2013
Riferimento: m_codaz_contabilita