Causali di Contabilità

Inizio  Indietro  Avanti

 

Il programma consente di gestire le causali di contabilità che istruiscono il programma di immissione dei movimenti contabili su come comportarsi in merito alle registrazioni che stiamo effettuando, siano esse movimenti di contabilità generale che documenti IVA.

È possibile prevedere degli automatismi in fase di registrazione della prima nota attraverso una corretta gestione delle tabelle conti. Gli indicativi concorrono a formare la causale di contabilità.

 

Al momento dell'installazione viene rilasciato un archivio standard che è indispensabile consultare ed eventualmente integrare in base alle proprie esigenze ed al piano dei conti standard (le causali rilasciate riguardano solo l'azienda 01 e l'azienda 10 per i professionisti). È prevista la duplicazione delle causali di contabilità, da un'azienda ad un'altra azienda, attraverso l'apposita funzione attivata nella fase di inserimento.

 

Il codici delle causali sono numerici compresi nell'intervallo 001 e 949, considerando la seguente distinzione:

 

Codici

Riservati per ...

001 - 200

operazioni contabili che riguardano documenti fiscali, anche esenti o esclusi da IVA, emessi a clienti o comunque da registrare nel registro delle vendite o dei corrispettivi (per es.: fatture di vendita, note debito, note credito, note di variazione IVA, corrispettivi, storno fatture, ecc.)

201 - 400

operazioni contabili che riguardano la contabilità clienti (incassi, abbuoni, eventuali pagamenti) ad esclusione delle operazioni riguardanti documenti fiscali e da non indicare nei registri dei corrispettivi e in quello delle vendite

401 - 600

operazioni contabili che riguardano documenti fiscali, anche esenti o esclusi da IVA, emessi da fornitori o comunque da registrare nel registro IVA degli acquisti (per es. fatture, note credito, note debito, note di variazione IVA, ecc.)

601 - 800

operazioni contabili che riguardano la contabilità fornitori (per es. pagamenti, abbuoni, eventuali incassi, ecc.) ad esclusione delle operazioni relative a documenti fiscali e da non indicare nel registro degli acquisti

801 - 850

tutte gli altri movimenti di contabilità generale che non riguardano i clienti ed i fornitori (versamenti su c/c bancario, prelevamenti dal c/c bancario, giroconti, rilevazione salari e stipendi, ecc.)

851 - 900

RISERVATI

 

Alcuni codici devono essere necessariamente presenti in archivio, essi sono:

 

Codice

Utilizzo

220

Tratta

221

Ricevuta bancaria

222

Cessioni

320

Insoluto tratta

321

Insoluto ricevuta bancaria

322

Insoluto cessioni

720

Insoluto tratta fornitore

721

Insoluto ricevuta bancaria fornitore

722

Insoluto cessioni a fornitore

 

I codici delle causali contabili compresi nell'intervallo con estremi 850 e 999 sono riservati alla procedura e servono principalmente come descrizione contabile; alcuni di questi devono necessariamente essere presenti in archivio con tipo causale uguale a 51, essi sono:

 

Codice

Utilizzo

881

Rilevazione debito (ratei e risconti)

882

Rilevazione credito (ratei e risconti)

910

Risconto attivo (ratei e risconti)

911

Risconto passivo (ratei e risconti)

920

Rateo attivo (ratei e risconti)

921

Rateo passivo (ratei e risconti)

950

anticipo

951

pagamento per contanti

952

compensazione su fattura

953

compensazione con nota credito

954

chiusura da sospesi

955

pagamento / incasso

956

ammortamento normale

957

ammortamento anticipato

958

utilizzo fondo

959

plusvalenza

960

minusvalenza

961

ritenuta d'acconto

962

giroconto costi professionali

965

incasso fattura sospesa

969

abbuoni attivi

970

abbuoni passivi

971

storno nota di credito

972

storno fattura

973

compensazione

980

riapertura

981

chiusura

 

Non bisogna mai modificare il tipo causale alle causali contabili già utilizzate ne tantomeno cancellarle dall'archivio.

Le causali contabili devono essere coerenti al Piano dei Conti aziendale.

 

TIPO CAUSALE

 1=Vendita/Acquisto/Note debito.

 2=Nota credito/Resi/Storno.

 3=Variazioni IVA a credito anno precedente.

 4=Variazioni IVA a debito anno precedente.

 5=Corrispettivi.

 6=Variazione IVA a credito anno corrente.

 7=Variazione IVA a debito anno corrente.

 8=Storno Corrispettivi.

 21=Incasso/Pagamento/Abbuono.

 22=Emissione effetti.

 23=Insoluto.

 24=Incasso/Pagamento/Nota credito.

 25=Anticipo su bolla.

 26=Riapertura Cliente con importo a Sospesi.

 27=Chiusura Cliente con importo a Sospesi.

 28=Anticipo su reso.

 29=Rettifica anticipo su bolla (annulla 25).

 30=Rettifica anticipo su reso (annulla 28).

 41=Giroconto Cliente a Fornitore.

 42=Giroconto Fornitore a Cliente.

 43=Giroconto Cliente a Cliente.

 44=Giroconto Fornitore a Fornitore.

 45=Registrazione da Cliente a Cliente in Sofferenza

 46=Ripristino di un Cliente in Sofferenza a Cliente

 51=Movimento di contabilità generale con primo conto in DARE.

 52=Movimento di contabilità generale con primo conto in AVERE.

 53=Movimento di contabilità generale diversi a diversi.

 

 

Alcuni degli indicatori più significativi sono:

 

FLAG CONTABILI

1° INDICATIVO: codifica il titolo assegnato all'importo del movimento contabile

 1=tot. fattura.

 2=tot. nota debito.

 3=tot. nota credito.

 4=tot. corrispettivo.

 5=tot. entrata.

 6=tot. uscita.

 7=tot. effetto.

 8=tot. nota variazione.

 9=tot. insoluto.

 10=tot. anticipo.

 11=tot. importo.

 12=tot. c/c.

 13=tot. addebito.

 14=totale.

 15=tot. IVA.

2° INDICATIVO: codifica il titolo del numero documento assegnato al movimento contabile

 0=nessuna descrizione a video.

 1=num. fattura

 2=num. documento.

 3=num. mandato.

 4=num. assegno.

 5=num. effetto.

 6=num. nd.

 7=num. var.

 8=num. nc.

 9=num. cb.

 10=num. c/c.

3° INDICATIVO: determina il tipo di riferimento da indicare nella testata del movimento contabile

 1=riferimento  numero fattura.

 2=riferimento numero protocollo.

 3=riferimento codice cliente.

4° INDICATIVO: consente di inserire una data di riferimento nonostante l'assenza di un documento di riferimento per il movimento contabile

 1=data riferimento. (solo se il valore del 2° indicativo è uguale a 0).

 

 

 

PARAMETRI

N.

Valore

Significato

1

S

Consente di ripetere il codice e la % IVA nello stesso documento

2

S

Riporta la descrizione della causale nelle stampe contabili (giornale, partitari, ecc.)

3

S

Richiede descrizione libera nella testata della registrazione

4

S

Richiede la descrizione libera nel corpo della registrazione

5

S

La descrizione libera in testata vale per ogni conto dell'operazione

6

S

Descrizione libera composta da 17 caratteri alfabetici + 8 numerici

O

Descrizione libera composta da 17 caratteri alfabetici + 5 interi e 3 decimali

7

N

Non gestisce le partite clienti e fornitori

F

Accetta numero documento per corrispettivi (Es.:Registrazione Ricevute Fiscali)

8

S

Integrazione con Compensi a Terzi (Fattura con Ritenuta d'Acconto)

9

S

Genera archivio per incassi/pagamenti (gestione dei professionisti)

10

S

Stampa la prima descrizione libera di testata sui registri IVA (al posto della ragione sociale)

11

S

Registra in un settore normale le fatture con IVA sospesa

F

Registrazione di Ricevute Fiscali come corrispettivi dal Magazzino

I

Fatture Interattive IVA Compresa

12

S

Gestione Commesse o Cantieri

I

Gestione Contabilità per Attività (Contabilità Industriale)

C

Gestione dei Pagamenti Soci (nella gestione Conferimenti)

13

A

Gestione Assegni Attivi

C

Gestione Assegni Concordati

I

Gestione Cessioni

P

Gestione Assegni Passivi

B

Gestione Bonifici (fornitori)

R

Gestione R.I.D.

V

Gestione Ricevute Bancarie

T

Gestione Tratte

14

S

Aggiorna esposizione Cliente

B

Controlla documenti di Carico / Scarico (gestione magazzino)

G

Richiama la gestione D.D.T. e Fatture (gestione magazzino)

15

S

Gestione Nota Spese Dipendenti (NON ATTIVO)

P

Richiama la gestione dei movimenti di parcellazione

 

 

Indicatori

 

Ricavi per categorie merceologiche

Se questa opzione è barrata, la contabilizzazione dei documenti di magazzino recupera i conti contabili di contropartita non dalla causale ma dalla categoria merceologica indicata sul rigo del documento di magazzino stesso.

 

Operazioni in valuta

Se barrata, questa opzione provoca l'accettazione nelle operazioni contabili degli importi in valuta e del cambio. Per avere la gestione delle partite in valuta (considerare l'importo in valuta più importante di quello in euro ai fini dello stato di apertura/chiusura della partita) occorre impostare anche l'opzione relativa alle partite in valuta sull'anagrafica azienda.

 

Ripartizione movimenti per settori IVA

Per le aziende che gestiscono la multiattività questa opzione consente di ripartire secondo percentuali prestabilite (driver) gli importi dei documenti IVA registrati con la causale, per la distribuzione della competenza su più attività. Attiva quindi sulla registrazione di prima nota la scheda di suddivisione per settori IVA.

 

Rileva Costi/Ricavi per Aziende Semplificate

Questa opzione consente di rilevare costi e ricavi relativi ad aziende semplificate registrando l'operazione sui registri IVA. Nella registrazione dei conti di contropartita, il conto di testata che nelle normali fatture è costituito dall'anagrafica del cliente/fornitore, viene rimpiazzato con il primo conto della tabella dei conti della causale (dare o avere a seconda del tipo di documento). Se questa casella viene barrata su una causale che non sia di fatturazione, è obbligatorio indicare anche un codice IVA, il registro e il settore di appartenenza dei documenti.

Per un approfondimento sulle registrazioni di costi e ricavi per aziende in contabilità semplificata si invita a consultare il relativo paragrafo del manuale.

 

Richiedi Codice Agente

Se barrata, questa opzione provoca la richiesta del codice agente nell'imputazione dei documenti contabili.

 

Non aggiorna contabilità

Se si barra questa casella, tutti i movimenti contabili registrati con la causale non provocheranno variazioni sugli archivi contabili.

 

Richiedi Conto di Testata

Questa opzione è impostata per tutte le causali come valore pre-impostato. Togliendo la marcatura alla casella sarà possibile registrare movimenti contabili senza imputare il primo conto sulla testata della registrazione, ma direttamente nella parte contropartite. Questa modalità può risultare comoda nei movimenti di contabilità generale, in cui non esiste una effettiva differenza fra il primo rigo e gli altri della parte giornale, mentre può risultare deleteria nella registrazione dei documenti IVA, in cui è particolarmente importante eseguire un controllo sull'anagrafica cliente / fornitore a partire dai campi della testata stessa.

 

Successione Conti da modello

Smarcando questa opzione si cambia la modalità di inserimento dei righi contabili all'interno della prima nota: invece di selezionare i conti dalla causale prelevandoli dal lato DARE o AVERE a seconda del momentaneo sbilancio in fase di inserimento, è possibile inserire nella scheda conti della causale un modello di registrazione comprendente fino a 20 righi, e l'inserimento della registrazione seguirà tale schema. Questa opzione risulta utile per la registrazione di movimenti di contabilità generale (ad esempio salari e stipendi) che seguono una sequenza più o meno prefissata di conti, mentre risulta piuttosto scomoda per la registrazione di documenti IVA e per i pagamenti.

 

Gestione Ratei e Risconti

Con questa opzione si abilita la gestione dei ratei e dei risconti all'interno della registrazione contabile. Il primo effetto sarà la comparsa della scheda "Ratei e Risconti" tra le componenti dei movimenti di prima nota; inoltre verrà abilitata l'apposita colonna sui righi della parte giornale per l'indicazione dei costi e ricavi interessati da questo tipo di intervento.

 

Richiedi Annata Agraria

Riservata alle aziende agricole, questa opzione comporta l'imputazione dell'annata agraria all'interno della testata dei movimenti contabili.

 

Autofattura (fatturazione interattiva)

Questa opzione denota una causale di autofattura: diversa dal concetto di autofattura legato alle fatture di acquisto CEE o al Reverse Charge, per la fatturazione interattiva si intende una fattura emessa dall'azienda su sé stessa per conto di un fornitore che non è attrezzato per l'emissione di documenti (ad esempio privati...). Tramite questa opzione il programma di fatturazione interattiva (che contempla solo l'emissione di documenti verso clienti e quindi di causali con codice minore di 200) accetta un codice causale di acquisto consentendo l'operazione sopra descritta.

 

Gestione Beni Usati

Tramite questa opzione si attiva sul movimento contabile che adotta la causale la gestione dei movimenti su beni usati. Per ulteriori informazioni su questa gestione si rimanda all'apposito capitolo del manuale.

 

Rettifiche CEE

Smarcando questa opzione si causa la registrazione di movimenti di rettifica CEE durante il processo di contabilizzazione delle fatture interattive.

 

Gestione Cespiti (contabilità generale)

Scegliendo questa opzione si abilita la scheda relativa ai movimenti su cespiti nel programma di gestione dei movimenti contabili per le registrazioni di contabilità generale. È utile per poter gestire ad esempio gli ammortamenti.

 

Escludi sempre da spesometro

Questa opzione, se selezionata, provoca l'esclusione del documento emesso dalla comunicazione telematica delle operazioni sopra € 3.000 (detta appunto "Spesometro"). È utile tenere presente che l'esclusione dei documenti avviene indipendentemente da questo indicatore per alcuni tipi di operazione (ad esempio le operazioni intra-CEE o le fatture con operatori di paesi in Black-list).

 

Invia documenti per e-mail

Questa opzione, valida per le causali che prevedono l'emissione di un documento (fatture...), provoca l'invio tramite e-mail del documento generato qualora l'anagrafica e le impostazioni aziendali lo prevedano.

 

Richiedi codice Contratto

Ai fini del raggruppamento dei documenti IVA per la comunicazione dello Spesometro, questa opzione consente di specificare il codice del contratto di appartenenza nella testata dei documenti contabili.

 

Richiedi codice C.I.G.

Per la registrazione dei documenti nei confronti della Pubblica Amministrazione, questa opzione consente di riportare in testata il codice identificativo di gara.

 

Non gestisce L'IVA per cassa

Per indicare che le fatture emesse con questa causale non sono soggette alla gestione dell'IVA per cassa in base al DL 83/2012.

 

Richiedi sempre riferimento partita

Questa opzione comporta la presenza fissa del campo partita di riferimento per tutte le registrazioni di documenti contabili (fatture) anche se queste non scalano altri documenti. In questo modo è possibile inserire un riferimento ad una fattura collegata senza che questa sia influenzata dalla registrazione della seconda.

 

Stampa Lettera insoluto

Marcando questa casella su una causale di tipo 23 (registrazione insoluto), il programma di prima nota provvederà a stampare - contestualmente alla registrazione del movimento - la comunicazione di insoluto al cliente. Oltre a questa opzione, deve essere indicato nell'apposito campo il codice del testo da utilizzare per la lettera.

 

Gestione Altre Ritenute

Impostando questo indicatore si abilita la gestione di un importo di ritenuta sulle registrazioni contabili, diverso rispetto alla ritenuta d'acconto. Possibili valori assumibili sono:

"N" o spazio        = non gestire la ritenuta

"E"                = gestione ritenuta ENASARCO

 

Testo associato

Codice del testo associato alla causale, per la stampa della comunicazione di insoluto. Qualora si inserisca un codice identificativo di un testo in questo campo per una causale di registrazione insoluto e sia stata barrata l'opzione "Stampa lettera insoluto", il programma di gestione dei movimenti contabili provvederà a stampare ed inviare direttamente la comunicazione di insoluto al cliente, utilizzando il testo indicato.

 

Tipo documento

Viene indicato il codice di riferimento della normativa che regola la Fatturazione Elettronica. In mancanza di questo codice, per la Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione, i documenti associati verranno ignorati.


Gli indicatori seguenti sono validi solo in caso di "gestione soci" attiva e presenza nel movimento contabile di un conto con mastro corrispondente al mastro Soci separato in modelli piano dei conti.

Stampa mov. sul libro soci

Indica che il movimento deve essere stampato sul libro soci.

Aggiorna capitale sociale sottoscritto

Aggiorna il capitale sociale sottoscritto nel singolo socio.

Aggiorna capitale sociale versato

Aggiorna il capitale sociale versato nel singolo socio.

Recesso dalla società (agg. data fine)

Descrementa il capitale sociale sottoscritto e immette la data fine nel singolo socio.

Aggiorna capitale sociale restituito

Aggiorna il capitale sociale restituito (a seguito recesso) nel singolo socio.

 


 

Richiesta quantità

In base al valore immesso viene richiesto (nella sezione "Contropartite"):

- Q = una quantità

- N = un numero

- Z = il numero di azioni (per aggiornare il singolo Socio)

- altri valori = nessun dato richiesto

 

 

Nella Tabella Conti devono essere inseriti a secondo del tipo della Causale di Contabilità, o in dare o in avere i conti che dovrebbero essere utilizzati nella registrazione di prima di nota che intendiamo effettuare, tenendo presente che questi verranno proposti uno di seguito all'altro, facilitando in tal modo la registrazione stessa.

I conti riportati nell'esempio di cui sopra dovrebbe essere quelli che per la maggioranza dei casi, vengono utilizzati nella registrazione di una fattura di acquisto merce.

 

Le descrizioni che si possono notare sulla parte sinistra della suindicata tabella

devono essere prese in considerazione unicamente nell'inserimento di quelle Causali di Contabilità che verranno utilizzate automaticamente dalle procedure di fatturazione e quindi inserire i Conti relativi a quelle descrizioni:

Esempio:

 

Come possiamo notare dall'esempio di cui sopra nel caso della causale Fattura di Vendita che viene utilizzata oltre che dal programma di imputazione movimenti contabili, anche dai programmi di fatturazione, i conti inseriti nella tabella, corrispondono esattamente alla descrizione sulla sinistra della tabella stessa.

Quanto sopra perche i programmi di fatturazione, registrano automaticamente in Contabilità le fatture emesse, utilizzando i conti in base alle descrizioni.

Quindi se ad esempio in una Fattura di Vendita, sono presenti dei rimborsi per Spese di Trasporto, l'importo degli stessi verrà registrato utilizzando come contropartita il Conto 79.00.00001 (Rimborso Spese Trasporto) di cui alla seconda riga in avere della tabella stessa.

 


Quando una Causale di Contabilità riguarda la registrazione dei Corrispettivi, viene automaticamente abilitata la quarta scheda, la quale serve per la configurazione del programma di registrazione dei corrispettivi mensili per adeguarlo alle proprie esigenze:

 

L'esempio di cui sopra, configura il programma di registrazione dei Corrispettivi mensili per l'accettazione di 3 colonne, 1 con aliquata 20%, 1 con aliquota 10% ed una con Esente art 15 e la richiesta delle contropartite.

 

Possono essere attivate fino ad un massimo di quattro imputazioni, ognuna con i parametri di seguito specificati:

 

Richiedi Codice IVA

N

Non richiesto - disattiva l'imputazione

F

Fisso - significa che il Codice IVA viene assunto automaticamente, ed è quello indicato nel campo "Codice IVA" sottostante

P

Proposto - il Codice IVA specificato viene proposto, ma può essere variato

SPAZIO

Richiesto - il Codice IVA viene assunto automaticamente, ed è quello indicato nel campo Codice IVA

Codice IVA

Se inserito, è quello che viene utilizzato o proposto in sede di imputazione corrispettivi mensili

Richiesta percentuale

N

Non richiesta

F

Fissa, significa che la Percentuale viene assunta automaticamente, ed è quella indicato nel campo Percentuale

P

Proposta, significa che la Percentuale viene proposta quella indicata nel campo Percentuale e può essere modificata

SPAZIO

Richiesta, significa che Percentuale viene sempre richiesta senza nessuna proposta dello stessa

Percentuale

Se inserita, è quella che viene utilizzato o proposta in sede di imputazione corrispettivi mensili

Richiesta Contropartita

N

Non richiesta

F

Fissa, significa che la Contropartita viene assunta automaticamente, ed è quella indicato nel primo conto in Avere della Causale

P

Proposta, significa che la Contropartita viene proposta ed è quella indicata nel primo conto in Avere della Causale e può essere modificata

SPAZIO

Richiesta, significa che la Contropartita viene sempre Proposta e richiesta

Nel caso esistano più di una imputazione, per quanto riguarda la contropartita, viene assunta per la 1ª imputazione, il primo conto in Avere della Causale, per la 2ª imputazione, il secondo conto in Avere della Causale e se assente, il 1° conto in avere della Causale e così fino alla quarta imputazione

Richiesta conto incasso

N

Non richiesto

F

Fisso, significa che il Conto di Incasso del corrispettivo  viene assunto automaticamente, ed è quella indicato nel primo conto in Dare della Causale

P

Proposto, significa che il Conto di Incasso viene proposto ed è quella indicato nel primo conto in Dare della Causale e può essere modificato

SPAZIO

Richiesto, significa che il Conto di Incasso viene sempre Proposto e richiesto

 

© 2005-2018 Multidata S.r.l., Cecina (LI)
Versione 9.0.0 - Ultimo aggiornamento: 07/12/2016
Riferimento: m_gv99